dicembre 5, 2016

Museo della carta e della filigrana

Museo della carta e della filigrana

Senza le innovazioni tecnologiche introdotte dai mastri cartai fabrianesi nel 13^ secolo, che di fatto hanno portato alla nascita della carta occidentale, la stampa in Europa sarebbe arrivata sicuramente molto più tardi. La grande disponibilità di carta di ottima qualità e durevole nel tempo, infatti, portò al graduale superamento della pergamena ed all’esigenza di trovare un metodo più veloce per la trascrizione di documenti fino ad allora riservati a una cerchia di fruitori estremamente limitata.

Johann Genfleisch von Gutenberg, orafo di Magonza, nel 1455 riuscì a mettere a punto la tecnica di stampa a caratteri mobili e, sopratutto, inventò il torchio per la stampa tipografica che consentì a lui ed ai suoi soci, in tre anni di lavorazione, di realizzare 180 copie della Bibbia: lo stesso tempo che avrebbe impiegato un amanuense per realizzare una sola copia.

Il Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, con la sezione dedicata alla “Civiltà della Scrittura”, ricorda l’incontro di queste due innovazioni ed il percorso che, insieme, hanno compiuto lungo le tappe più significative della storia della comunicazione scritta.

Per approfondimenti:
http://www.museodellacarta.com/docs/stampa/stampa.asp

news #
Share: / / /

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *