Blu(e): comunicatore digitale
12/05/16 news # , ,

Blu(e): comunicatore digitale

E’ un tablet ideato dall’azienda trentina Needius e dedicato a bambini e ragazzi con disturbi di tipo autistico.

Utilizza un dispositivo touchscreen sfruttandone il potenziale sia come schermo che come digitalizzatore, permettendo così al ragazzo di interagire mediante le dita.
Questa tecnologia trasporta in digitale i quaderni utilizzati nella cosiddetta Comunicazione aumentativa alternativa (Caa). Questa è costituita da tecniche, strategie utili per semplificare ed incrementare la comunicazione in chi – come un autistico – ha difficoltà ad utilizzare i comuni canali comunicativi. E’ definita “aumentativa” in quanto, partendo dalle specifiche competenze del soggetto, formula strategie specifiche che mirano a potenziarne le possibilità espressive.

Per approfondimenti:
http://www.tabletautismo.it/

no responses
La casa editrice gestita da ragazzi diversamente abili
12/05/16 news # , ,

La casa editrice gestita da ragazzi diversamente abili

Questi ragazzi hanno chiamato “Usciamo dal bozzolo” la loro iniziativa editoriale dedicata all’infanzia, nata grazie al supporto dell’associazione sociale “La lampada dei desideri”, che opera alla Magliana, e a “11 Radio”, il network che ha lo scopo di usare la comunicazione come strumento di integrazione oltre che di aggregazione di persone con disabilità psicofisica.

Il tutto è iniziato con un corso di scrittura collettiva che è sfociato in un audio-libro, dando dimostrazione, così, delle capacità intellettuali dei diversabili.

L’evoluzione naturale di questo progetto è stata la casa editrice, in cui i ragazzi redattori vengono affiancati da professionisti del settore.

POTREBBE INTERESSARTI:

ABILI DIVERSAMENTE TECNOLOGICI

no responses
Il libro che depura l’acqua
12/05/16 news # , ,

Il libro che depura l’acqua

Parliamo di un libro composto da pagine che sono state opportunamente trattate con nanoparticelle di argento, capaci di eliminare i batteri presenti nell’acqua.
Il testo parla dell’importanza di purificare l’acqua e indica come farlo, utilizzando proprio le pagine del libro.

Il libro è stato pensato sia per sensibilizzare l’opinione pubblica sl problema, sia come strumento utile per quelle popolazioni ove la potabilizzazione dell’acqua è ancora un problema.
E’ opera di Teri Dankovich, ricercatrice presso l’università di Pittsburgh.

Il progetto è stato sperimentato, in collaborazione con le università di Montréal e della Virginia, su dei campioni di acqua contaminata, proveniente da Sudafrica, Ghana e Bangladesh. I risultati hanno confermato che ogni foglio è in grado di purificare oltre 100 litri di acqua, riuscendo ad eliminare il 99% dei batteri, e che un intero libro può grado di depurare la quantità di acqua utilizzata da una persona in 4 anni.

no responses
Cos’è un calligramma?
12/05/16 news # , ,

Cos’è un calligramma?

Il calligramma (detto anche carme figurato) è un componimento poetico che va gustato guardandolo, oltre che leggendolo. In esso, usualmente, l’autore delinea con le lettere un oggetto inerente il tema della poesia. Altre volte, però, l’artista può scegliere che la costruzione grafica non richiami quanto concerne la composizione poetica.

Infatti L’origine del termine deriva dall’unione di “calligrafia” ed “ideogramma”. l’etimo kalòs (in greco: bello) ne evoca, appunto, la bellezza visibile.
La storia del calligramma inizia in tempi molto lontani, infatti i primi esempi noti risalgono al periodo ellenico (IV^-III^ secolo a. C.) e venivano chiamati technopaegnia, mentre per i romani era un carmina figurata. Ma se ne trovano testimonianze anche oresso gli indù.

La ripresa significativa di questo stile si è avuta con le avanguardie all’inizio del XX^ secolo: cubismo letterario, creazionismo e ultraismo. Tra i più famosi poeti ad adottare il calligramma in questo periodo figura il francese Guillaume Apollinaire. Secondo il quale, esso costituisce il modo più immediato per esprimere un concetto e per far accogliere una visione globale di quanto scritto. Ma illustri molti esempi sono presenti anche nella letteratura spagnola. In Italia ricordiamo il futurista Filippo Tommaso Marinetti.

Oggi viene usato in campo pubblicitario in quanto la fusione tra testo e immagine facilita l’interpretazione da parte del pubblico.

Per approfondimenti consultare:
www.contaminazionipositive.it/calligrammi-il-volto-delle-parole
www.calligramdesigners.blogspot.com/

POTREBBE INTERESSARTI:

UN’INCOMPARABILE BELLEZZA

no responses
Dolcemente abili
12/05/16 news # ,

Dolcemente abili

E’ il libro – illustrato – che raccoglie le ricette eseguite dai ragazzi diversamente abili del centro diurno socio-riabilitativo “La Girandola” di Piacenza.

Fa parte del testo anche una raccolta di esperienze dei protagonisti di questa costruttiva esperienza. Infatti non tutti i procedimenti ed i gesti in cucina sono facilmente accessibili da persone che recano il fardello di una disabilità intellettiva e/o motoria.

Frequentando il corsi di cucina, che hanno poi dato vita al testo, i ragazzi hanno recuperato antiche ricette tradizionali e sperimentato piatti derivanti da altre culture. Quindi hanno potuto unire la possibilità di divertirsi insieme con l’opportunità di imparare cose nuove e stimolanti e di esprimere sé stessi e le loro specifiche abilità.

E poi, per chiudere il cerchio virtuoso, il ricavato delle vendite servirà a potenziare il centro e le sue attività.

POTREBBE INTERESSARTI:

ABILI DIVERSAMENTE TECNOLOGICI

no responses
Caffè letterario nella favela
12/05/16 news # , ,

Caffè letterario nella favela

Si chiama “Garagem das letras” (più o meno traducibile come il garage delle lettere) il primo caffè letterario aperto a Rocinha (la favela più grande del Sudamerica, a Rio de Janeiro) dalla onlus “Il sorriso dei miei bimbi”, fondata da Barbara Olivi.

Il primo ingresso è stato casuali, ma qualche testo poco impegnativo, con molte figure ed argomenti stuzzicanti, ha stimolato la curiosità del ragazzo che ha voluto portare altri amici.
Sono tutti giovani dediti allo spaccio e che impugnano armi ai quali è possibile prospettare, attraverso la cultura, uno stile di vita diverso da quello a cui sembrano condannati.
L’associazione, però, ha anche altri obiettivi, che il caffè letterario può veicolare: conoscenza e pratica delle arti figurative e della musica, apprendimento di mestieri come il gelataio o il cuoco o il barista, l’utilizzo di internet.

Inoltre l’onlus segue bambini della scuola materna da supporto didattico a chi va a scuola e tiene corsi di alfabetizzazione per adulti

no responses
La letteratura contro la violenza
12/05/16 news # , ,

La letteratura contro la violenza

Presso il centro antiviolenza di Tor Bella Monaca (una frazione di Roma) è stata aperta una biblioteca pubblica intitolata a Marie Anne Erize, giovane attivista per i diritti civili nell’Argentina dei desaparecidos, anche lei scomparsa.

Hanno contribuito alla realizzazione il comune di Roma, l’ambasciata dell’Argentina e l’ambasciata francese.

All’inaugurazione è intervenuta Diana Caggiano in rappresentanza del “Grupo de Argentinos en Italia por la memoria, verdad y justicia” che collaborerà per l’integrazione dei libri raccolti dalla biblioteca.

L’intento è di collaborare con le scuole per promuovere un’etica contro la violenza e contrastare i condizionamenti negativi che possono derivate – soprattutto per i giovani – dal vivere in una rione ove lo spaccio di droga e le sparatorie sono fatti di vita quotidiana.

no responses
I libri che tornano ad essere alberi
12/05/16 news #

I libri che tornano ad essere alberi

Pequeno Editor è, come dice il nome, una piccola casa editrice argentina per bambini. Non poi tanto piccola, se si considera la grandiosa idea che ha avuto: produrre libri biodegradabili, stampati con colori ecologici e recano, entro la filigrana, piccoli semi di jaracanda, uno splendido albero tipico di quelle zone.

Già impegnata nella sensibilizzazione al rispetto della natura (e soprattutto al problema della deforestazione) presso i piccoli lettori, ha trovato un modo geniale per coinvolgerli in quest’opera di tutela del verde: sia attraverso il ritorno alla natura del testo appena letto, sia mettendoli in condizione di prendersi cura della nuova piantina da esso generato.

Per dare un’idea dei contenuti curati dalla Pequeno Editor, il primo libro messo a disposizione secondo questa filosofia è “Mi papà estuvo en la selva” (Il mio papà si trovava nella giungla), ove un bambino racconta le avventure vissute dal padre nella foresta equatoriale. Con questa storia,basata su fatti realmente accaduti, promuove i valori della biodiversità e della tutela del patrimonio naturale.

no responses
Peter Pan
12/05/16 news # ,

Peter Pan

Recentemente David Brass, un antiquario di Los Angeles, è venuto in possesso di una rara – anzi introvabile – prima edizione del di”Peter Pan”,di James Matthew Barrie.

Ma la cosa che ancor più ha entusiasmato il mondo del collezionismo di libri è il fatto che il testo è corredato da una dedica fatta dall’autore a Mary Hodgson, la bambinaia dei piccoli Davies (George, John, Michael e Peter). Lo scrittore incontrava spesso lei ed i ragazzini nei giardini di Kensington e questi incontri erano occasione di giochi e fantasticherie. Ed è a loro che si è ispirato per i personaggi del celeberrimo romanzo.

Come segno di riconoscenza, Barrie avrà ritenuto opportuno fare dono di una copia, corredandola con: “A Mary Hodgson con i più cordiali saluti da JM Barrie gennaio 1907”.

no responses