Scritti che rivelano una struttura frattale
29/08/16 news #

Scritti che rivelano una struttura frattale

Per prima cosa: cos’è una struttura frattale? I frattali sono figure geometriche caratterizzate dal ripetersi sino all’infinito di uno stesso motivo su scala sempre più ridotta.

Ed ora veniamo alla letteratura. L’Accademia Polacca di Scienze afferma che si nascondono modelli matematici nella struttura di numerose opere letterarie. Sono stati indagati 113 scritti di autori come James Joyce, Julio Cortazar, Marcel Proust, Henryk Sienkiewicz, Shakespeare, Tolstoy Umberto Eco, ecc., quindi epoche diverse e di diversi stili.

Misurando i legami tra le variazioni nella lunghezza delle frasi, convertite in sequenze numeriche, gli studiosi hanno constatato che i testi risultano strutturati in modalità frattale o addirittura multi-frattale (quando si hanno frattali di frattali). In quanto mostrano quella che viene definita un’auto-somiglianza nell’organizzazione della lunghezza delle frasi.

Il più significativo, in tal senso è risultato “Finnegan’s Wake” di J. Joyce, mentre in coda troviamo il Vecchio Testamento.

no responses
Cresce il mercato dei libri
22/08/16 news # ,

Cresce il mercato dei libri

E non solo: sembra che i giovani leggano più degli adulti.

Sono dati che ci vengono forniti dall’AIE (Associazione Italiana Editori). Il precedente calo del tempo che gli italiani dedicano alla lettura potrebbe essere stato influenzato sia dalla crisi economica, sia da offerte alternative come i media ed internet, di più facile e meno impegnativo accesso, anche dal punto di vista intellettuale.

Nel 2015, però, si è verificata questa inversione di tendenza: si tratta solo di uno 0,7 % in più che, però, pesa molto se si considera che il trend mondiale è in netta discesa.

Per questa indagine è stato preso in considerazione un campione di circa 24 milioni di persone con età superiore ai sei anni di età, che mixano l’acquisto di libri normali con quello di libri digitali.

Ne è risultata l’informazione per cui i più accaniti lettori sarebbero bambini e ragazzi tra i 6 e14 anni, con una media che supera quella globale italiana del 42% . Per quanto riguarda la percentuale degli e-book, la fascia tra i 15-19 anni arriva quasi a raddoppiare la media nazionale.

no responses
Museo della stampa di Mondovì
15/08/16 news #

Museo della stampa di Mondovì

E’ la più completa raccolta di macchine e attrezzature per la stampa esistente in Italia. Attraverso le sue raccolte sono rappresentate le principali fasi della calcografia e della litografia.
Il Museo intende valorizzare la storia della stampa, intesa come fusione dell’arte con la scienza.

Mondovì è stata la culla dell’arte tipografica piemontese. Il primo libro a caratteri mobili stampato in Piemonte, il «De institutiones confessorum di S. Antonino da Firenze», fu qui edito nel 1472, per opera del tipografo Antonio de Mattia di Anversa, con l’apporto finanziario di Baldassarre Cordero. Fu l’inizio di una lunga tradizione che si alimentò dell’apporto culturale dell’Università.

Per approfondimenti:
www.linotipia.it/musei.htm

no responses
Spazio La Stampa
08/08/16 news # ,

Spazio La Stampa

Spazio La Stampa è un percorso espositivo, allestito a Torino, che racconta l’evoluzione del quotidiano La Stampa dal 1867 ad oggi.

Una storia di idee e di sfide che viaggia in parallelo con le innovazioni tecnologiche, dalla trasmissione delle notizie alla loro diffusione, ai processi organizzativi e produttivi che ancor oggi rappresentano un punto di forza del giornale.

Un’alternanza di cimeli autentici, filmati e applicazioni interattive per conoscere e approfondire ciò che ruota intorno al quotidiano.

Per approfondimenti:
www3.lastampa.it/spazio-lastampa/visite-guidate.php

no responses
Museo della stampa Remondini a Bassano del Grappa
01/08/16 news #

Museo della stampa Remondini a Bassano del Grappa

Ospitato presso Palazzo Sturm.

Il percorso espositivo propone il tema del viaggio, lungo una linea del tempo che intreccia le vicende della famiglia Remondini con i materiali prodotti, in un cammino che si snoda lungo 200 anni di storia, tra metà Seicento e metà Ottocento. Il museo illustra tutti gli aspetti il fenomeno industriale sette-ottocentesco dei Remondini, introdotto dalle sagome dei Tesini attraverso tutta la produzione, i libri, le carte decorate, le incisioni popolari sacre e profane, i foglietti da ritaglio, i soldatini, i giochi, le vedute ottiche, le acquaforti e le xilografie dei grandi incisori italiani ed europei, tra cui Mantegna, Dürer e Tiepolo.

La multimedialità e i documentari affiancheranno gli apparati didascalici stampati per una didattica aggiornata particolarmente piacevole ed appagante.

Per approfondimenti:
www.museibassano.it/Palazzo-Sturm/Museo-della-Stampa-Remondini

no responses