Museo del Carattere e della Tipografia
28/11/16 news #

Museo del Carattere e della Tipografia

Il Museo del Carattere e della Tipografia ha sede a Cornuda (Treviso).

Ospitata negli edifici dell’antico Canapificio Veneto, la Tipoteca è nata per dar vita a iniziative che valorizzino la tipografia e documentino il lavoro dei progettisti italiani, dalla rivoluzione industriale ai giorni nostri.

La Tipoteca è principalmente un luogo di raccolta di caratteri da stampa, ma non solo: archivio, museo, officine di restauro e di stampa, laboratorio e biblioteca sono le varie realtà dello uno stesso spazio polifunzionale.

Costruito sul finire dell’Ottocento, il Canapificio è un sito di significativo valore storico, in quanto testimonianza di archeologia industriale.
Gli spazi della Tipoteca sono organizzati nei locali dell’ex chiesa di santa Teresa, edificata nel 1886, e nell’adicente foresteria, su una superficie di oltre 1.600 metri quadrati.

Le Officine della Tipoteca sono spazi attrezzati, riservati all’esemplificazione di attività legate alla stampa e alla tipografia in generale, alla didattica e ai laboratori, al restauro e alla manutenzione dei macchinari.
Ogni Officina si connota per la sua destinazione d’uso e ciascuna è intestata a un eminente protagonista della tipografia italiana.

Per approfondimenti:
http://www.marcadoc.com/museo-del-carattere-e-della-tipografia-a-cornuda/

no responses
23/11/16 news # , ,

Formazione è. Kit per una formazione efficace

Dedicato a chi intraprende ora questa affascinante professione ed a chi, pur esperto, non ha ancora smesso di cogliere occasioni per riflettere sul proprio operato.

Da oggi, 23 Novembre, disponibile su Amazon “Formazione è. Kit per una formazione efficace” della saggista Clara Garofoli.

L’evento formativo può realizzarsi in situazioni diverse e perseguire obiettivi differenti ed ognuno di essi richiede modalità didattiche specifiche ed atteggiamenti personali idonei. Per riconoscere la situazione contingente ed identificare la strategia più adatta è necessario avere competenze di base e conoscere le buone prassi. Entrambe gli elementi sono trattati non attraverso la presentazione di teorie, ma attingendo direttamente dall’esperienza.

Sinossi
Il manuale parla di Buone Prassi e attinge dall’esperienza. Condensa ciò che è bene sapere per erogare formazione di qualità, presenta metodologie e strumenti didattici, dà l’occasione di riflettere sugli atteggiamenti più proficui da parte del formatore.
Argomenti. Apprendimento: definizione, tipologie, processo, mappe cognitive, memorizzazione, motivazione. Adattabilità: a diverse fasce di utenza, differenze di genere e individuali, variabili tecniche. Gestione di gruppo e rapporti interpersonali: dinamiche, influenza su didattica e apprendimento, assertività, intelligenza emozionale. Comunicazione efficace: definizione, processo, dinamiche, ascolto attivo. Progettazione didattica: analisi di fabbisogni, progettazione di contenuti e supporti, preparazione personale, sistema delle competenze. Qualità: definizione, strumenti, verifica d’efficacia. Gestione dell’aula: patto formativo, public speaking, criticità, cooperative learning. Valutazione: definizione, procedura, tecniche, sistema delle competenze, diario formativo. Out-door training: definizione, obiettivi, evoluzione, principi, metodologia, il trainer. Formazione a distanza: definizione, ruoli, pregi e difetti.

Clara Garofoli
Laureata in Psicologia, è consulente a PMI in campo organizzativo, gestione delle risorse umane, formazione continua E’ metodologa, docente, coach e specialista del Sistema delle Competenze nell’ambito delle attività promosse dall’Unione Europea. In tal senso collabora con aziende, agenzie formative, enti ed associazioni sia in Italia che in Romania. Tiene seminari e conferenze su temi di carattere professionale e culturale.

FORMAZIONE È

no responses
Museo della stampa di Foligno
22/11/16 news #

Museo della stampa di Foligno

Foligno è stata tra le prime città italiane ad ospitare una tipografia. Più di 500 anni fa si dava alla stampa la prima copia della Divina Commedia (1472) . Dalla seconda metà del XV^ secolo Foligno vanta tradizioni tipografiche di grande rilievo e, per quanto riguarda la collegata produzione della carta, le origini risalgono alla metà del XIV^ secolo.

no responses