La letteratura contro la violenza
15/03/21 Formamenti

La letteratura contro la violenza

Presso il centro antiviolenza di Tor Bella Monaca (una frazione di Roma) è aperta una biblioteca pubblica intitolata a Marie Anne Erize, giovane attivista per i diritti civili nell’Argentina dei desaparecidos, anche lei scomparsa.

Hanno contribuito alla realizzazione il comune di Roma, l’ambasciata dell’Argentina e l’ambasciata francese .

L’intento è di collaborare con le scuole per promuovere un’etica contro la violenza e contrastare i condizionamenti negativi che possono derivate – soprattutto per i giovani – dal vivere in una rione ove lo spaccio di droga e le sparatorie sono fatti di vita quotidiana.

 

no responses
I libri che tornano ad essere alberi
11/03/21 Formamenti

I libri che tornano ad essere alberi

Pequeno Editor è, come dice il nome, una piccola casa editrice argentina per bambini. Non poi tanto piccola, se si considera la grandiosa idea che ha avuto: produrre libri biodegradabili, stampati con colori ecologici e che recano, entro la filigrana, piccoli semi di jaracanda, uno splendido albero tipico di quelle zone.

Già impegnata nella sensibilizzazione al rispetto della natura (e soprattutto al problema della deforestazione) presso i piccoli lettori, ha trovato un modo geniale per coinvolgerli in quest’opera di tutela del verde: sia attraverso il ritorno alla natura del testo appena letto, sia mettendoli in condizione di prendersi cura della nuova piantina da esso generato.

Per dare un’idea dei contenuti curati dalla Pequeno Editor, il primo libro messo a disposizione secondo questa filosofia èMi papà estuvo en la selva(Il mio papà si trovava nella giungla), ove un bambino racconta le avventure vissute dal padre nella foresta equatoriale. Con questa storia, basata su fatti realmente accaduti, promuove i valori della biodiversità e della tutela del patrimonio naturale.

 

no responses
Peter Pan
01/03/21 Formamenti

Peter Pan

Recentemente David Brass, un antiquario di Los Angeles, è venuto in possesso di una rara – anzi introvabile – prima edizione del “Peter Pan” di James Matthew Barrie.

Ma la cosa che ancor più ha entusiasmato il mondo del collezionismo di libri è il fatto che il testo è corredato da una dedica fatta dall’autore a Mary Hodgson, la bambinaia dei piccoli Davies (George, John, Michael e Peter). Lo scrittore incontrava spesso lei ed i ragazzini nei giardini di Kensington e questi incontri erano occasione di giochi e fantasticherie. Ed è a loro che si è ispirato per i personaggi del celeberrimo romanzo.

Come segno di riconoscenza, Barrie avrà ritenuto opportuno fare dono di una copia, corredandola con: “A Mary Hodgson con i più cordiali saluti da JM Barrie gennaio 1907”.

no responses