A per autore – Valentina Bonomi
09/12/18 A per autore , news # , , , , , ,

A per autore – Valentina Bonomi

Oggi abbiamo il piacere di scambiare quattro chiacchiere con @Valentina Bonomi, autrice dell’ebook “La Stanza Blu”, raccolta di poesie edita da What per la collana INVERSI.

1. Ciao Valentina, perché hai cominciato a scrivere?

Non c’è un perché. Un giorno mi sono seduta al computer e ho cominciato. A dire il vero non mi sono mai chiesta il perché, forse è solo una necessità.

2. Qual è il tuo pubblico ideale? A che lettore pensi quando scrivi?

Scrivo quello che sento, quando scrivo parlo a me stessa. Ma so di non essere l’unica a provare le emozioni che descrivo. Ecco, chi si emoziona dove mi emoziono io è il mio pubblico ideale.

3. Quali autori ti hanno formato maggiormente e come sei arrivato a loro?

Adoro Italo Calvino, i racconti di Dino Buzzati, colleziono i libri di Stefano Benni, ho un debole per Harold Pinter e invidio Agatha Christie perché vorrei essere come lei.

4. Quale film / brano musicale ti sentiresti di consigliare a un potenziale lettore che vuole immergersi nel mood del tuo ebook?

Scelgo un film: The Big Fish di Tim Burton, avrei troppi brani musicali per sceglierne uno.

5. E per finire, un gioco: se potessi scegliere solo tre libri da consigliare, quali sarebbero?

Murakami – What I Talk About When I Talk About Running

Stefano Benni – Bar Sport

Agatha Christie – Dieci piccoli indiani

Vi consigliamo l’ebook di Valentina Bonomi, che potete trovare qui > http://bit.ly/what-edizioni-la-stanza-blu

no responses
A per autore – Clara Garofoli
14/11/18 A per autore # , , , , ,

A per autore – Clara Garofoli

Oggi abbiamo il piacere di scambiare quattro chiacchiere con CLARA GAROFOLI, autrice – tra gli altri – dell’ebook “Domna Clara e i lupi”, edito da What per la collana FORMAMENTI.

1. Ciao Clara, perché hai cominciato a scrivere?
Perché non vada disperso un mondo di esperienze e competenze che ognuno di noi raccoglie durante la propria esistenza…e in più mi ci diverto!

2. Qual è il tuo pubblico ideale? A che lettore pensi quando scrivi?
Persone curiose, che cercano sempre nuovi stimoli, che non si accontentano di stare sulla superficie ma che, invece, sono desiderose di approfondire.

3. Quali autori ti hanno formato maggiormente?
Leggendo moltissimo, sono tanti i libri che mi hanno formata, ma ecco gli autori di cui ho più memoria: Morgan, Terzani e Lapierre.

4. Quale film / brano musicale ti sentiresti di consigliare a un potenziale lettore che vuole immergersi nel mood del tuo ebook?
Pensando a “Domna Clara e i lupi” sicuramente un brano jazz, perché la narrazione è ironica, talvolta un tantino acida, ma vuole comunque trasmettere qualcosa.

5. E per finire, un gioco: se potessi scegliere solo tre libri da consigliare, quali sarebbero?
“La chiamavano due cuori“ (per la relatività delle esperienze personali), “Un indovino mi disse” (sul cambiamento del punto di vista) e “La città della gioia“ (per trovare il bello e/o il buono anche nelle situazioni più perniciose).

Vi consigliamo gli ebook di Clara Garofoli, che potete trovare qui > http://whatedizioni.it/ClaraGarofoli

no responses
A per autore – Giorgia Veronese
24/10/18 A per autore , news # , ,

A per autore – Giorgia Veronese

Inauguriamo l’appuntamento con “A per autore”, una breve intervista pensata per permettervi di conoscere meglio in nostri autori.

Oggi abbiamo il piacere di scambiare quattro chiacchiere con GIORGIA VERONESE, autrice della serie “Geraldina e i suoi pomeriggi”, edita da What Edizioni per la collana DADA.

1. Ciao Giorgia, perché hai cominciato a scrivere?

La scrittura è stata sempre una delle mie passioni, nata presto e mai estinta. Ho sempre scritto, fin da ragazzina, qualche poesia, racconti brevi, aforismi che descrivessero il mio stato d’animo del momento e inicipit di storie o romanzi.

2. Qual è il tuo pubblico ideale? A quale lettore pensi quando scrivi?

Se parliamo di narrativa per l’infanzia penso a bambini che sappiano già leggere in modo fluido, con piacere, e che siano curiosi, sognatori, riflessivi e con una grande immaginazione.

3. Quali autori ti hanno formato maggiormente?

Da bambina sicuramente, per citarne solo due, Louisa May Alcott con “Piccole donne” ma anche Eleanor Hodgman Porter con “Pollyanna”. L’autore che per me ha segnato lo spartiacque tra le letture infantili e quelle successive è stato sicuramente Dino Buzzati. Poi la scoperta di Svevo, Pirandello, Pavese e Moravia.

4. Quale film / brano musicale ti sentiresti di consigliare ad un potenziale lettore che vuole immergersi nel mood del tuo ebook?

Sicuramente “The Köln Concert” di Keith Jarrett e che, inevitabilmente, associo al piacere di leggere un buon libro. Se penso però ad un brano musicale da consigliare a dei lettori bambini, forse un sottofondo (solo musicale) del tema tratto da “Il Mago di Oz” che, secondo me, ispira allegria, fiducia e serenità.

5. E per finire, un gioco: se potessi scegliere solo tre libri da consigliare, quali sarebbero?

Scelta difficilissima! Però, dovendomi limitare a tre, direi “Un amore” di Dino Buzzati, “Cent’anni di solitudine” di Gabriel García Márquez e un giallo di Andrea Camilleri.

Giorgia Veronese

no responses